Translate

31 maggio, 2011

La Discografia di :
I BALORDI
(45 giri stampati in Italia ANNO: 1966 - 1968)
Mentre leggi la discografia, ascolta “Fateli tacere
TITOLO
ANNO
LABEL
N° CATALOGO
Vengono a portarci via Ah! Aah! – Don Chisciotte
1966
DURIUM
LdA 7494
Domani devo fare una cosa – Buona fortuna
1967
DURIUM
LdA 7516
O Matusa – A Cammesella
1967
DURIUM
LdA 7525
Non è Francesca – Guardando te
1967
DURIUM
LdA 7538
Diamoci la mano – Fateli tacere
1968
Carosello
CI 20204

21 maggio, 2011

CILLA BLACK "Anyone who had a heart"

RIFLESSIONI SU UNA CANZONE
= TITOLO: “Anyone who had a heart”
= ESECUTORE: CILLA BLACK
= ANNO: 1964
= AUTORI: David - Bacharach
= ETICHETTA DISCOGRAFICA: Parlophon
= COMMENTO:
Priscilla Maria Veronica White nel 1963 lavorava a Liverpool come impiegata e durante l’ora libera del pranzo si recava di corsa al vicino locale Cavern dove, quasi per scherzo, canticchiava qualche canzone accompagnandosi con i gruppi che là stavano provando per le serate, soprattutto con i Big Three. Fu l’occhio (meglio forse.. l’orecchio) arguto di Brian Epstein che si rese conto che quella ragazza possedeva delle doti vocali incredibili e così di botto le fece cambiare il nome in Cilla Black invitandola ad incidere un 45 giri. “Anyone who had a heart” è il suo 2° singolo e arrivò di botto in testa alle classifiche inglesi oscurando (non in Italia, Francia e Stati Uniti) le altrettanto eccellenti versioni di Petula Clark e Dionne Warwick. La canzone in effetti è vincente ed assolutamente perfetta, Cilla conferma doti vocali non comuni specie quando con sicurezza e grinta incupisce la voce. Insomma Bacharach non poteva regalare al mondo un brano più azzeccato di questo… (Claudio Scarpa)

20 maggio, 2011

La Discografia dei BAD BOYS...

La Discografia di :
THE BAD BOYS
(45 giri stampati in Italia ANNO: 1965 - 1968)
Mentre leggi la discografia, ascolta “Il mio amore è un capellone
TITOLO
ANNO
LABEL
N° CATALOGO
Satisfaction – Mr. Tambourine man
1965
PYE
NP 5078
Gol – She’s a breakaway
1966
STYLE
STMS 633
Balliamo il jerk – Finchè ti incontrerò
1966
STYLE
STMS 634
Kicks – She’s a breakaway
1966
STYLE
STMS 635
Whisin’ and hopin’ – Summertime blues
1966
STYLE
STMS 641
Il mio amore è un capellone Runnin’ and hidin’
1966
STYLE
STMS 643
Shaly N°1 – Quel ragazzo triste sono io
1967
STYLE
STMS 648
Che vita la mia – Cerco la verità
1967
STYLE
STMS 658
Da da da – Nasco da oggi
1968
CITY R.
C 6215

ROBY CRISPIANO : "A piedi scalzi"

RIFLESSIONI SU UNA CANZONE
= TITOLO: “A piedi scalzi”
= ESECUTORE: ROBY CRISPIANO
= ANNO: 1967
= AUTORI: R. Castiglione - Anselmo
= ETICHETTA DISCOGRAFICA: Vedette
= COMMENTO:
Figli e figliastri. Il mondo musicale non conosce mezze misure. Essere onesti con se stessi, con il proprio pubblico e con ‘gli altri’ in generale non sempre ripaga e questo Roby Crispiano lo imparò direttamente sulla propria pelle. Troppo a lungo dovrei dilungarmi se dovessi ricordare tutte le travagliate gesta di questo puro cantautore… Chi ha avuto la possibilità di leggere la mia lunghissima intervista che gli feci per “Anni ‘60” comunque conosce per bene di che pasta si stato il personaggio. Un bagliore accecante squarciò il 1966 dal lato musicale, grazie ad un manipolo di ‘songwriters’ che presto s’erano riconosciuti in “Eve of distruction” di Barry mcGuire, portando anche nel nostro Paese la magica ventata delle canzoni di protesta; ecco così il roco ‘vocalistinfg’ di Roby Crispiano con l’ostentata rudezza pacifista di “Uomini uomini”. In quanto a questa “A piedi scalzi”, anch’essa (come la precedente) divenne ‘Disco Giallo’ a Bandiera Gialla di Arbore e Boncompagni. Il pezzo si distingue per un motivo sempre in sospensione e molto aggressivo che nell’intro già schiacciava a tappeto ogni insulsa filastrocca monocorde che in quel ’67 poteva andare per la maggiore. Il singolo poi in questione venne abbellito dalla splendida “Se potessi essere il vento”. Grazie Roby, anche se non ci sei più, i nostri cuori, palpitano ancora!. (Claudio Scarpa)

19 maggio, 2011

Intervista a BARRY McGUIRE...

DA “GENERAZIONE BEAT (Quelli che...)” N° 0:
= INTERVISTA a : BARRY McGUIRE
Mentre leggi la prima pagina, ascolta "Eve of distruction"... 
= TITOLO: “1965: Annuncia al mondo che è giunta la vigilia della distruzione
= SCRITTO DA: Claudio Scarpa
= LUNGHEZZA: 6 Pagine
= SPECIFICA: Lunga ed esaurientissima intervista a Barry McGuire… Notizie inedite e spunti meravigliosi! Sinceramente per me è stato davvero un onore poter intervistare questo incredibile personaggio…

18 maggio, 2011

La Discografia di BRIAN AUGER & JULIE DRISCOLL

La Discografia di :
Brian AUGER & Julie DRISCOLL
(45 giri stampati in Italia ANNO: 1967 - 1968)
Mentre leggi la discografia, ascolta “Save me
TITOLO
ANNO
LABEL
N° CATALOGO
Black cat – Goodbye Jungle Telegraph
1967
Ricordi
SIR 20056
Save me (Part 1) – Save me (Part 2)
1967
Ricordi
SIR 20070
This wheel’s on fire – I am a lonesome hobo
1968
Ricordi
SIR 20078
Tiger – Red beans and rice
1968
Ricordi
SIR 20083
Road to Cairo – Shadows of you
1968
Ricordi
SIR 20090
Take me to the water – Let the sunshine in
1968
Ricordi
SIR 20099

THE NITTY GRITTY DIRT BAND "Mr. Bojangles"

RIFLESSIONI SU UNA CANZONE
= TITOLO: “Mr. Bojangles”
= ESECUTORE: THE NITTY GRITTY DIRT BAND
= ANNO: 1971
= AUTORI: J. J. Walker
= ETICHETTA DISCOGRAFICA: Liberty
= COMMENTO:
Gruppo storico, longevo e dal nome lunghissimo… Balzò al proscenio nei primissimi ’70 quando finalmente il mondo s’era accorto della incredibile magia sonora prodotta dalla ‘nuova’ country music. E’ bene però sottolineare che le radici di questa band (che nel tempo ha subito innumerevoli cambi di formazione) risalgono addirittura al 1962 e che quattro anni più tardi (in pieno 1966!) con il singolo “Buy for me the rain” riuscirono a vendere negli States ben oltre un milione di copie!. Solletica l’idea di citare qualche nome per capire nel tempo chi tra i tanti si sia avvicendato in seno al gruppo: Jeff Hanna, Bruce Kunkel, Jackson Browne e Chris Darrow. Caratteristica della band è stata sovente quella di industriarsi a manipolare brani altrui e di ripresentarli in versioni nuove, ‘out of time’. E quindi nel ’71 pensarono bene di impadronirsi del masterpiece di Jerry Jeff Walker, la arcinota “Mr. Bojangles” e la infiorettarono ad arte per una cover quasi soprannaturale; versione acustica da brivido cantata con voce sussurrata e dolcissima a rinvigorire la debordante melodia che nella composizione è nascosta in ogni anfratto… Oltre 3 minuti di grandi emozioni con slides, mandolini e controcanti da perfetto manuale… Insomma, un brano che vi riscalderà il cuore. (Claudio Scarpa)

PATTY PRAVO : "La Regina del Piper"

DA “GENERAZIONE BEAT” N° 0:
= ARTICOLO: “PATTY PRAVO.. La Regina del Piper”
= SCRITTO DA: Claudio Scarpa
= LUNGHEZZA: 4 Pagine
= SPECIFICA: Articolo retrospettivo sull’artista che ha impersonificato il famoso locale romano di Via Tagliamento… Potete leggere la prima pagina… E ascoltare / vedere un bellissimo filmato d'epoca della Regina...

LA COPERTINA DEL NUMERO 0



Conoscete il gruppo su Facebook: "Quelli che gli Anni '50, '60, '70..." ?. Ovviamente per chi non lo conoscesse, il suddetto gruppo, annovera al momento circa 2900 iscritti, tra i quali molti personaggi musicali del periodo, invito tutti ad iscriversi al link qui indicato:

Per quanto riguarda le riviste, "GENERAZIONE BEAT" Non esiste più; è stata una pubblicazione di prova. 

Ora è uscito "NUOVO CIAO AMICI" !!!

La gloriosa pubblicazione musicale degli anni ’60 torna in vita rimodernata. 40 pagine (dal prossimo numero 1 passeremo a 48!!!) TUTTE a COLORI formato grande, A4. Tratta all’80% di Musica, poi Collezionismo in genere e tutto ciò che riguarda il periodo (musicale e non) che va dal 1950 al 1979. Non perdete l’occasione di rivivere con articoli, interviste, recensioni di dischi e molto altro il magico periodo!!! – A B B O N A T E V I - !!!
= CONTATTATEMI chi ne fosse INTERESSATO =
Direttore Responsabile: DARIO SALVATORI
COMITATO DI REDAZIONE:
Luca Botto, Luciano Ceri, Norberto Checchè, Marcello De Dominicis,
Carmelo Di Girolamo, Luca Di Girolamo, Roberto Iovane,
Stefania Liparini, Marcella Noto, Francesco Quaglia,
Dario Salvatori, Claudio Scarpa, Roberto Tacconelli

Google+ Followers