Translate

16 settembre, 2013

FRANCOISE HARDY Quella della Nostra Età...

Alzi la mano chi, tra i ragazzi dell'epoca, in cuor suo non ha amato almeno un po' Françoise Hardy...
Alzi la mano chi, tra le ragazze dell'epoca, in cuor suo, non ha cercato di emulare la bella francese o di vestirsi come lei. Françoise negli anni ci ha regalato tantissime meravigliose canzoni. Sul N° 1 del NUOVO CIAO AMICI, oltre la copertina a lei dedicata, un bellissimo articolo firmato da Luca Botto ci accompagna a riscoprire il personaggio, parlandoci di lei anche con dei risvolti sconosciuti...
Leggiamocelo allora uno stralcio dell'articolo di 3 pagine...
Dapprima il prologo...
Nel 1963 in Inghilterra quattro ragazzi di Liverpool si preparavano a cambiare la Storia con le loro canzoni che avrebbero fatto impazzire milioni di ragazzi di tutto il mondo. Nello stesso anno, in modo molto più tranquillo, moltissimi giovani europei vennero conquistati dal fascino romantico di una ragazzina francese dai lunghi capelli color del miele che cantava una sua dolce canzone dedicata all’amore che non arrivava… La canzone era, ovviamente, TOUS LES GARÇONS ET LES FILLES e lei era la Mitica, Dolcissima, Stupenda: Françoise Hardy
=Così ha inizio l'articolo=:
Erano davvero anni di grande fermento, finalmente si scrivevano canzoni adatte ad un pubblico giovane, e gli interpreti erano giovani loro stessi, pronti a portare la loro freschezza in un mondo musicale che fino ad allora era stato saldamente in mano agli adulti. Nel 1963 si era già arrivati a un netto predominio della musica giovane, c’era stata l’ondata del Rock’n’Roll e si stava per entrare nel periodo del Beat; i ritmi si erano sveltiti e si faceva a gara nello scrivere e cantare canzoni sempre più ritmate, il surf e il twist avevano ormai soppiantato ogni altro genere musicale.
Eppure, a quanto pare, qualcuno di questi giovani era ancora capace di scrivere e interpretare canzoni romantiche e delicate che parlavano di amore e che potevano essere ascoltate senza bisogno di alzare troppo il volume. Questo qualcuno, in Francia, aveva le dolci sembianze di una bella ragazza dall’aria tranquilla e riservata, che riuscì nel difficile compito di mettere tutti d’accordo con le sue canzoni, persino un po’ ingenue e romantiche, ma che grazie alla loro pulizia e ad una apparente semplicità si aprivano un varco addirittura nella dura corazza dei più ribelli e scatenati,....
Il seguito ovviamente sulla rivista ma... Regaliamocela una canzone della francesina...


Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers